Sapevi che

STUFE PELLET

Le stufe pellet nascono in Canada molti anni fa ma ora sono ormai diffuse in tutto il mondo. Quello che determina il successo delle stufe pellet è che rappresentano uno dei più innovativi sistemi di riscaldamento domestico realizzato negli ultimi decenni. 

La stufa pellet ha un grande vantaggio rispetto alle stufe tradizionali, di poter dosare il combustibile a piacimento consentendo un perfetto controllo della temperatura. L'accensione della stufa pellet è automatica, tramite pulsante o telecomando si avvia la combustione: una coclea carica il pellet nel bracere e un piezzo elettrico ne innesca la combustione.

Capienti serbatoi garantiscono molte ore di autonomia, dai quali il combustibile viene prelevato automaticamente e trasferito nella camera di combustione. Il dosaggio insieme all'aria comburente viene costantemente regolato da un microprocessore che calcola la quantità di pellet necessario per raggiungere la temperatura impostata dall'utente. La stufa pellet, una volta raggiunta la temperatura, si porta automaticamente in regime minimo in attesa di ritornare a piena potenza quando la temperatura dell'ambiente dovesse scendere.

L'aspiratore dell'aria comburente convoglia l'aria nel bruciatore e contemporaneamente spinge i fumi della combustione nell'apposito scarico. Durante questo percorso i fumi caldo della stufa pellet, cedono il loro calore allo scambiatote, che a sua volta lo cede all'aria che gli passa attraverso. Al termine del ciclo, l'aria calda esce dalle alette della stufa a pellet.

La stufa pellet realizza& la post-combustione dei fumi della combustione principale producendo ulteriore calore ribruciando i gas prodotti. Questo processo va ad aumentare la resta della stufa pellet portandola a superare il 90% a ad emettere CO nell'ambiente prossimo allo 0.

I pellets di legno hanno un basso contenuto di ceneri, i migliore sul mercato attorno al 0.3%. La cenere è costituita parzialmente da minerali non combustibili della biomassa e in parte da materia minerale, sabbia e sporco che possono essere nella corteccia oppure assorbito dal suolo della foresta. Il contenuto di cenere è importante perchè essa costituisce una parte del carburante che non può essere usata dal momento che non produce calore, ma che anzi ne richiede per la sua formazione.

Un'effettiva e completa combustione è necessaria per utilizzare il pellet realmente come combustibile ecologico. Inoltre,assicurandoun'alta efficienza energeticailprocessodicombustionedeve assicurare che non vengano prodotti componenti nocivi per l'ambiente.

Capito cos’è e come funziona una stufa pellet, vediamo quali sono i suoi vantaggi: in pratica perché dovremmo acquistarla.

  • Le stufe pellet più recenti creano un ambiente ben riscaldato, in cui è molto piacevole vivere.
  • Sono piacevoli esteticamente, l’offerta è molto ampia e va incontro ad ogni esigenza d’arredamento.
  • Sono dotate di una tecnica di combustione molto avanzata e pulita.
  • Vengono gestite da un microprocessore e possono avere in dotazione un telecomando
  • Le stufe moderne e di pregio dispongono di automatismi che permettono di ridurre molto le frequenze di carica e quindi di avere un ulteriore risparmio.
  • Il pellet non sporca e fa pochissima polvere quando viene manipolato e caricato nel serbatoio (al contrario della legna).
  • Il grande vantaggio della stufa a pellet è la sua totale programmabilità (accensione,quantità di trucioli, temperatura desiderata, quantità d’aria calda in uscita…) come se fosse una caldaia tradizionale e anche a distanza senza la necessità di dover restare a casa o di caricarla più volte al giorno. Se manca la corrente elettrica la stufa si ferma e riprende a funzionare automaticamente quando torna.
  • Le stufe pellet non sprigionano monossido di carbonio, gas terribile, inodore, insapore, incolore ma spesso mortale.
  • Ad oggi acquistando una stufa pellet si può godere della detrazione fiscale